Tatuaggi temporanei, per chi ama l'arte del tattoo

tatuaggi-temporanei Per l'estate potrebbe essere un'idea ottima, quella di avere dei tatuaggi temporanei, cioè possiamo utilizzarli come un accessorio di moda, per completare il nostro look. Un consiglio per non avere problemi associati solitamente al tatuaggio, cioè il dolore e la scelta della parte del corpo su cui disegnare il tatuaggio, è proprio optare per un disegno temporaneo. per completare il make up ed evitare qualsiasi malattia della pelle, che possa sorgere, se siete curiosi date un'occhiata a questi indirizzi. Un portale da consultare online, è un sito svedese, dove potrete ordinare i disegni dei tatuaggi temporanei, davvero graziosi, che vi verranno recapitati in 40 ore, il sito è faketattoos.se. La spedizione avviene in tutto il mondo, assicurando che i prodotti non siano tossici e la loro permanenza è di circa 3-5 giorni. Il disegno, se siete bravi, potrete anche personalizzarlo voi stessi. Un altro sito molto ricco di proposte è Tattly.com, dove potrete trovare disegni di animali, oggetti, biciclette, summertime, nuvole, giostrine, strisce di arcobaleni e tanti altri soggetti. Il costo di una coppia di tatuaggi è 5 $. Poi c'è un sito francese, che propone tatuaggi temporanei, bernardforever.fr che vi offre la spedizione in 48-72 ore, pagamento tramite carta di credito Visa, MasterCard, Paypal e soggetti molto particolari. Il costo è variabile dai 5 ai 7 euro ogni coppia di soggetti. Credo, che chi ami i tatuaggi e l'arte del tatoo, possa scegliere qualcosa di carino e cambiare spesso soggetti da applicare sulla propria pelle.  

Tag: sito    costo    completare    coppia    disegno    ore    tatuaggio    spedizione    sorgere    

Argomenti: qualsiasi malattia

Altri articoli del sito ad argomento benessere del corpo del canale Bellezza ed affini:

Tatuaggi: arte del corpo da quelli maori ai polinesiani
Tatuaggi: rimuoverli con il laser Q-switched, costi e tempi
Passeggiando tra i Giardini di Augusto e la Via Krupp
Come fare orecchini
I miei 21 giorni a Los Angeles - 1° parte