Domini

Sintetizzando il concetto, i nomi di dominio, o nomi a dominio, o più semplicemente domini, sono molto spesso "frasi belle" che possono servire per richiamare un sito Web per la navigazione; un nome di dominio è un indirizzo virtuale, ad esempio del tipo miodominiointernetblabla.it, dove ".it" rappresenta l'estensione, che indica una geolocalizzazione italiana.

Si tratta solo di un semplice esempio; le estensioni più comuni per un nome di dominio, note un po' a tutti, anche ai non addetti ai lavori, sono ".com", ".net", ".org" e ".info". Per l'Italia, le estensioni di maggior pregio sono ".it" e ".com". Quale delle due sia la migliore in assoluto è impossibile dirlo in modo generico; a seconda dei casi, un dominio con estensione ".com" potremme risultare più pregiato di un dominio con estensione ".it", come spesso accade per nomi di dominio che si riferiscono ad esercizi commerciali, soprattutto se operano non solo in Italia, ma anche a livello internazionale.

I domini con estensione ".it" sono, in genere, molto apprezzati da chiunque voglia dar vita ad un sito in Italiano, in primis dalle aziende italiane, risultando molto utili per identificarle come prime nel territorio italiano. Considerando il costo di certi domini, accaparrarsi un bel nome di dominio ".it" che rappresenti una "frase bella" rappresenta un enorme valore aggiunto, anche solo in termini di "evidenza di potere".

Il concetto di "frasi belle" richiamato più volte senza badare troppo al formalismo riguarda, in particolare, i seguenti termini, che si dovrebbero tenere in conto per ambire ad un buon nome di dominio:

- frase di utilizzo comune;
- frase avente pieno significato nella lingua di appartenenza;
- frase costituita da una sola parola;
- frase costituita da vocaboli di dizionario;
- frase facile da ricordare;
- frase facile da scrivere;
- frase che esprime un'idea monetizzabile.

I nomi di dominio migliori sono quelli che rispettano le suddette condizioni e sono quindi quelli che consistono in "belle frasi" su cui magari costruire un business, una fonte di reddito, con un sito Web o un blog.

Ad esempio, il nome di dominio Budapest.it, ma ancora meglio il nome di dominio Roma.it (il cui sito non è accessibile direttamente digitando l'indirizzo in questo modo), rappresenta un bellissimo e pregiatissimo nome di dominio, che, purtroppo, il privato non potrà mai acquistare, anche disponendo di un budget illimitato, essendo riservato alle Istituzioni italiane. Tale nome di dominio Roma.it ha, infatti, il pregio di indicare in modo preciso l'argomento trattato dal corrispondente sito, con possibilità elevate di monetizzazione attraverso, ad esempio, la pubblicità di hotel, ed è costituito da una sola parola di dizionario dal chiaro significato, facile da leggere e da scrivere, nonché da ricordare, nella lingua italiana. L'estensione ".it" rappresenta, poi, la ciliegina sulla torta, che conferirebbe un valore commerciale enorme a tale dominio, qualora fosse vendibile.

Un esempio al contrario può essere quello del dominio Flyoutintheskywithmyflight.it. La disastrosità di un tale nome di dominio dovrebbe essere evidente; si tratta di un nome molto lungo, quasi impossibile da ricordare, e comunque molto difficile da scrivere, non in lingua italiana sebbene con estensione ".it" che invece si sposerebbe bene con "frasi belle italiane"; poco e niente potrebbe fare per tirare su il valore del dominio la rilevanza commerciale della traduzione in italiano di tale nome.

Trovare liberi per la registrazione domini di prim'ordine è estremamente difficile, se non impossibile, pertanto chi volesse investire in questo genere di cose dovrebbe rivolgersi al relativo mercato, ad un marketplace di domini, o ad un privato; disponendo di cifre ragguardevoli, si potrebbero acquistare domini di grande valore sia in termini di possibilità di sviluppo di siti, sia in termini di investimento economico.

Normalmente si parla, però, di domini di qualità più accessibili, in cui potere investire senza dissanguarsi, domini magari costituiti da più parole, magari da solo due parole facili da ricordare, magari con significato che possa portare ad una concreta monetizzazione, non necessariamente legato a possibilità strettamente commerciali.

Rappresentano un esempio nel suddetto senso il dominio Conticorrenti.com (non in vendita), costituito da due parole di senso compiuto, perfettamente abbinate tra loro, e il dominio Pronticontrotermine.com (in vendita), costituito da tre parole, anch'esse perfettamente abbinate tra loro e con significato finanziario. Entrambi sono domini del valore commerciale che va da poche migliaia di euro ad alcune decine di migliaia di euro, relativamente accessibili, soprattutto il dominio Pronticontrotermine.com.

Chiaramente, data anche l'unicità di ogni nome a dominio, il valore commerciale di cui si parla è inteso a grandi linee, proprio perché si tratta di oggetti di sviluppo e investimento non prodotti o disponibili in serie. In alcuni casi si possono fare grandi affari fiutando un buon prezzo per un buon dominio.

In generale, i domini possono rappresentare un ottimo investimento per una serie di motivi, tra i quali si evidenziano i seguenti:

- unicità di ogni nome a dominio;
- possibiità di sviluppo di un sito di successo;
- estrema semplicità di gestione;
- estrema semplicità di trasferimento.

Acquistare un bel dominio dopo aver fatto una ricerca dei migliori domini in vendita può quindi portare ad un futuro ritorno economico interessante.