Oro

Tag oro, informazioni sul vocabolo oro e giochi di parole, frasi, immagini, articoli e libri su oro, che contengono la parola di dizionario oro, originali e gratis

Informazioni sulla parola oro e giochi di parole


Parola di vocabolario oro: sostantivo maschile costituito da tre lettere, di cui una consonante e due vocali.

Le lettere che costituiscono la parola sono: o, r, o, ossia due o e una r.

Parola con le lettere invertite: oro. Si tratta di un palindromo, ossia di una parola che, letta al contrario, risulta invariata.

Altre parole di tipo sostantivo maschile costituite da tre lettere, di cui una consonante e due vocali: ago, amo, boa, dio, leu, neo.

Parole che contengono la parola oro:


Parole che contengono all'interno la parola data: amoroso (amoroso), caloroso (caloroso), corona (corona), coronando (coronando), doloroso (doloroso), fragorose (fragorose), fragoroso (fragoroso), monorotaia (monorotaia).

Parole che iniziano con la parola data: orologio (orologio).

Parole che finiscono con la parola data: adoro (adoro), alloro (alloro), bosforo (bosforo), coro (coro), fosforo (fosforo), lavoro (lavoro), moro (moro), pomodoro (pomodoro), ristoro (ristoro), tesoro (tesoro), toro (toro).

Parole contenute nella parola oro:

Nessuna parola contenuta nella parola data disponibile.

Anagrammi della parola oro:

Nessun anagramma della parola data disponibile.

Parole ottenute sostituendo una sola lettera della parola oro:


Parole ottenute per sostituzione di una lettera all'interno della parola data: omo (omo), oso (oso), ovo (ovo).

Parole ottenute per sostituzione della lettera iniziale della parola data: aro (aro), ero (ero), pro (pro), uro (uro).

Parole ottenute per sostituzione della lettera finale della parola data: ora (ora), ore (ore).

Parole ottenute eliminando una sola lettera della parola oro:

Nessuna parola ottenuta per eliminazione di una sola lettera della parola data disponibile.

Parole ottenute aggiungendo una sola lettera alla parola oro:


Parole ottenute per aggiunta di una lettera all'interno della parola data: orbo (orbo), orco (orco), orlo (orlo), orno (orno), orso (orso), orto (orto), orzo (orzo), otro (otro).

Parole ottenute per aggiunta di una lettera all'inizio della parola data: boro (boro), coro (coro), foro (foro), loro (loro), moro (moro), poro (poro), soro (soro), toro (toro).

Parole ottenute per aggiunta di una lettera alla fine della parola data: nessuna parola disponibile.

Sciarade con la parola oro:

Sciarade semplici, ottenute giustapponendo alla parola altre parole: nessuna parola disponibile.

Nomi di persona e di animali associabili alla parola oro


Nomi di persona e di animali costituiti da tre lettere, di cui una consonante e due vocali:

Aan, Aba, Abe, Abi, Abu, Ace, Ada, Ade, Adi, Ado, Aed, Afa, Afi, Afu, Agi, Ail, Ain, Aja, Aka, Ake, Aki, Ako, Aku, Ala, Ale, Ali, Ama, Ame, Ami, Ana, Ane, Ani, Anu, Apu, Aqa, Ara.

Nomi di persona e di animali costituiti soltanto dalle lettere della parola oro:

Oro, Roo.

Nomi di persona e di animali costituiti dalle lettere della parola oro e da altre lettere:

Aamor, Aarao, Aarod, Aarold, Aaroldethan, Aaron, Aarona, Aarron, Aaryona, Abarron, Abbey Rose, Abdenour, Abdolreza, Abercio, Abercrombie, Aberthol, Abhiroopa, Abhorson, Abiron, Abironica, Abnor, Abornazine, Abraao, Abradon, Abrafo, Abrahamo, Abramo, Abronia, Acario, Accordabelle, Acharbo, Achbor, Acheron, Acheros, Achor, Acrisioniades, Acrobat, Actor, Actoris, Actrevor, Acurcio, Adalardo, Adalbeorht, Adalberto, Adalbjorg, Adalrico, Adamore, Addergoole, Addolgar, Addorbin.

Città associabili alla parola oro


Nomi di città costituiti da tre lettere, di cui una consonante e due vocali:

Ala (in provincia di Trento), Ari (in provincia di Chieti), Bee (in provincia di Verbano-Cusio-Ossola), Lei (in provincia di Nuoro), Ome (in provincia di Brescia), Opi (in provincia di L'Aquila), Ora (in provincia di Bolzano), Pau (in provincia di Oristano), Rea (in provincia di Pavia), Rio (in provincia di Livorno), Uri (in provincia di Sassari), Uta (in provincia di Cagliari).

Nomi di città costituiti soltanto dalle lettere della parola oro:

Nessuna città contenente soltanto le lettere della parola data disponibile.

Nomi di città costituiti dalle lettere della parola oro e da altre lettere:

Abano Terme (in provincia di Padova), Abbadia Cerreto (in provincia di Lodi), Abbadia San Salvatore (in provincia di Siena), Abbiategrasso (in provincia di Milano), Abriola (in provincia di Potenza), Acerno (in provincia di Salerno), Aci Bonaccorsi (in provincia di Catania), Acquaformosa (in provincia di Cosenza), Acquanegra Cremonese (in provincia di Cremona), Acquaro (in provincia di Vibo Valentia), Acquaviva Collecroce (in provincia di Campobasso), Adrano (in provincia di Catania), Adrara San Martino (in provincia di Bergamo), Adrara San Rocco (in provincia di Bergamo), Adro (in provincia di Brescia), Afragola (in provincia di Napoli), Africo (in provincia di Reggio Calabria), Agerola (in provincia di Napoli), Agliano Terme (in provincia di Asti), Agordo (in provincia di Belluno), Agrate Conturbia (in provincia di Novara), Agrigento (in provincia di Agrigento), Agropoli (in provincia di Salerno), Agugliaro (in provincia di Vicenza), Aicurzio (in provincia di Monza e della Brianza), Aidomaggiore (in provincia di Oristano), Aiello Calabro (in provincia di Cosenza), Aiello del Friuli (in provincia di Udine), Airola (in provincia di Benevento), Airole (in provincia di Imperia), Airuno (in provincia di Lecco), Albano Sant'Alessandro (in provincia di Bergamo), Albano Vercellese (in provincia di Vercelli), Albaredo Arnaboldi (in provincia di Pavia), Albaredo d'Adige (in provincia di Verona), Albaredo per San Marco (in provincia di Sondrio), Albareto (in provincia di Parma), Albaretto della Torre (in provincia di Cuneo), Alberobello (in provincia di Bari), Alberona (in provincia di Foggia), Albiano d'Ivrea (in provincia di Torino), Albisola Superiore (in provincia di Savona), Albissola Marina (in provincia di Savona), Alessandria del Carretto (in provincia di Cosenza), Alessandria della Rocca (in provincia di Agrigento), Alghero (in provincia di Sassari), Allerona (in provincia di Terni), Alluvioni Piovera (in provincia di Alessandria), Almenno San Bartolomeo (in provincia di Bergamo), Almenno San Salvatore (in provincia di Bergamo).

Argomenti e tag correlati alla parola oro


Argomenti che contemplano il tag oro:

irrimediabile oro, oro degno.

Tag correlati al tag oro:

gioiello, vero, valore, falso, metodo, cottura, penisola, frigorifero, fronte, lavastoviglie, luogo, pagamento.


Frasi, immagini, articoli e libri contenenti la parola oro


Frasi che contengono la parola oro

Alcune frasi che contengono la parola oro:

Felicissima notte con tanti sogni d'oro
Ti auguro una felicissima notte con tanti sogni d'oro, e mi raccomando, fammi entrare nei tuoi sogni così come io ti faccio entrare nei miei
Ti auguro una bellissima notte piena di sogni d'oro
Se un giorno staremo insieme, potremo vedere il cielo stellato dalla stessa stanza. Fino a quel momento non posso far altro che augurarti una bellissima notte piena di sogni d'oro
Buonanotte tesoro mio
Buonanotte tesoro mio, è passato un altro giorno spensierato con te. A volte conto i giorni che sono passati da quando ci siamo messi insieme e penso che, se vorrai fare tanti sogni d'oro, la notte potresti provare a contare i giorni vissuti insieme anche tu, provando a ricordare ogni istante in cui siamo stati felici
Dormi piccina con tanti sogni d'oro
Dormi piccina e fai tanti sogni d'oro. Forse più tardi ti passo a trovare, perché sempre nei tuoi sogni voglio stare!
Sei forte, bellissima, preziosa e malinconica
Ti amo tanto perché sei forte, bellissima, preziosa e malinconica: hai robusti capelli come il fil di ferro, profondi occhi come una fogna, metallici denti come l'oro e tristi occhi come un pesce morto



Immagini che contengono la parola oro

Alcune immagini che contengono la parola oro:

Cuori luminosi a neon di luce gialla oro
Immagine oro Cuori luminosi a neon di luce gialla oro
Due cuori di color oro su uno sfondo nero
Immagine oro Due cuori di color oro su uno sfondo nero
Gioiello in oro a forma di cuore per san valentino
Immagine oro Gioiello in oro a forma di cuore per san valentino



Articoli che contengono la parola oro

Alcuni articoli che contengono la parola oro:

Come riconoscere l'oro vero dall'oro falso
Come riconoscere l'oro vero dall'oro falso, metodi pratici per capire se abbiamo davanti vero oro oppure no (estratti)

... Chi ha ereditato dei gioielli in oro e li ha sempre posseduti, oppure per un motivo o per un altro si trova a dover fare i conti con delle difficoltà economiche e decide quindi di rivendere i propri gioielli, sa benissimo quanto possa essere deludente ritrovarsi a rivendere oro che di fatto non vale niente, non essendo vero oro ... Moltissimi hanno parecchi gioielli in casa ereditati da madri e nonne, ma in realtà non li hanno mai indossati e non ne conoscono neppure la provenienza; in questo caso e in tutti gli altri casi, quali sono i trucchi "casalinghi" per riconoscere immediatamente oro degno di essere classificato come tale e un altro tipo di oro che, invece, non ci farà fruttare molti guadagni?Innanzitutto procuriamoci una lente di ingrandimento piuttosto buona, puliamola con un panno in modo tale da rendere più facile il nostro controllo e appoggiamo su una superficie scura (nera o marrone) il gioiello in oro che ci accingiamo ad esaminare ... Dopo aver eseguito questo piccolo compito, esponiamo i nostri gioielli in oro ad una fonte di calore non eccessivo, o comunque sia alla luce preferibilmente non artificiale, e verifichiamo che non ci siano evidenti cambiamenti di colore da una parte all'altra del gioiello, in particolar modo lungo i bordi ... Potrebbe essere anche normale la presenza di alcuni piccoli cambiamenti di punti luce e colore nel nostro gioiello, ma non dovranno essere chiaramente visibili, altrimenti (sebbene non ci sarà una conferma definitiva) potrebbe trattarsi di oro falso ... Qualunque metodo decideremo di utilizzare, questo o altri, una vera conferma che non potrà essere smentita in nessun momento l'avremo solo nel momento in cui decideremo di rivolgerci ad un esperto o alla stessa gioielleria a cui decideremo di vendere il nostro oro ... Soltanto l'occhio e gli strumenti di un esperto potranno davvero decretare con efficacia e in tutta sicurezza se il nostro oro è vero ed è di valore, anche perché con molti dei trucchetti più diffusi si rischia di rovinare in modo irrimediabile oro che potrebbe avere un grande valore e, a questo punto, sarà meglio andare direttamente a venderlo e far verificare se si tratta di vero oro ... Comunque sia, un altro metodo che può essere molto affidabile più di tutti gli altri, ma che potrebbe rovinare irrimediabilmente l'oro e non solo quello, è forse tra i più conosciuti: semplicemente dovremo prendere il nostro oro e stringerlo fra i denti, facendo attenzione a non farci male (anche se potrà essere un'impresa complicata) ... Se ci saranno, potremo affermare quasi con la massima certezza che si tratta di oro vero; se invece non saranno presenti, potrà trattarsi altrettanto certamente di oro falso, che quindi non potrà essere rivenduto con dei guadagni significativi ... L'ultimo metodo più difficile da mettere in pratica, ma tra i più definitivi, consiste nel mettere il nostro gioiello d'oro in un contenitore di acciaio inossidabile e versare sopra una goccia o due di acido nitrico (che potremo reperire con alcune difficoltà, ma neanche troppe); se l'oro perderà colore o diventerà verde, sarà probabilmente oro falso, al contrario se non sarà presente la minima reazione potrà trattarsi di vero oro ...
Residence Le Hameau de la Pinède
Residence Le Hameau de la Pinède (estratti)

... Il Residence Le Hameau de la Pinède ( Hyères ) si trova nella penisola di Giens, in mezzo ad una riserva botanica, di fronte alle Isole d'Oro, il luogo più amato da chi pratica vela e windsurf ...



Libri che contengono la parola oro

Alcuni libri che contengono la parola oro:

Decameron (pagina 154)
di Giovanni Boccaccio (estratti)

... Li quali Salabaetto non voleva torre, sì come colui che da lei tra una volta e altra aveva avuto quello che valeva ben trenta fiorin d'oro, senza aver potuto fare che ella da lui prendesse tanto che valesse un grosso ... Salabaetto, maravigliandosi, la si recò in braccio e cominciò a piagner con lei e a dire: “Deh, cuor del corpo mio, che avete voi così subitamente? che è la cagione di questo dolore? Deh, ditemelo, anima mia!” Poi che la donna s'ebbe assai fatta pregare, e ella disse: “Oimè, signor mio dolce, io non so né che mi fare né che mi dire! Io ho testé ricevute lettere da Messina, e scrivemi mio fratello che, se io dovessi vendere e impegnare ciò che ci è, che senza alcun fallo io gli abbia fra qui e otto dì mandati mille fiorin d'oro, se non che gli sarà tagliata la testa; e io non so quello che io mi debbia fare che io gli possa così prestamente avere: ché, se io avessi spazio pur quindici dì, io troverei modo da civirne d'alcun luogo donde io ne debbo aver molti più, o io venderei alcuna delle nostre possessioni; ma, non potendo, io vorrei esser morta prima che quella mala novella mi venisse”; e detto questo, forte mostrandosi tribolata, non restava di piagnere ... Salabaetto, al quale l'amorose fiamme avevano gran parte del debito conoscimento tolto, credendo quelle verissime lagrime e le parole ancor più vere, disse: “Madonna, io non vi potrei servire di mille ma di cinquecento fiorin d'oro sì bene, dove voi crediate potermegli rendere di qui a quindici dì; e questa è vostra ventura che pure ieri mi vennero venduti i panni miei ché, se così non fosse, io non vi potrei prestare un grosso ... Salabaetto la cominciò a confortare; e stato la notte con lei, per mostrarsi bene liberalissimo suo servidore, senza alcuna richesta di lei aspettare, le portò cinquecento be' fiorin d'oro, li quali ella ridendo col cuore e piagnendo con gli occhi prese, attenendosene Salabaetto alla sua semplice promessione ... Iancofiore, avendo sentito questo e udendo che ben dumilia fiorin d'oro valeva o più quello che al presente aveva recato, senza quello che egli aspettava che valeva più di tremilia, parendole aver tirato a pochi, pensò di restituirgli i cinquecento per potere avere la maggior parte de' cinquemilia; e mandò per lui ...
Decameron (pagina 155)
di Giovanni Boccaccio (estratti)

... Tu dei sapere che io era allora in grandissimo dolore e in grandissima afflizione, e chi è in così fatta disposizione, quantunque egli ami molto altrui, non gli può far così buon viso né attendere tuttavia a lui come colui vorrebbe: e appresso dei sapere ch'egli è molto malagevole a una donna il poter trovar mille fiorin d'oro, e sonci tutto il dì dette delle bugie e non c'è attenuto quello che c'è promesso e per questo conviene che noi altressì mentiamo altrui; e di quinci venne, e non da altro difetto, che io i tuoi denari non ti rendei ... Egli, poi che una buona pezza s'ebbe fatto pregare, disse: “Io son diserto per ciò che il legno, sopra il quale è la mercatantia che io aspettava, è stato preso da' corsari di Monaco e riscattasi diecemilia fiorin d'oro, de' quali ne tocca a pagare a me mille, e io non ho un denaio, per ciò che li cinquecento che mi rendeste incontanente mandai a Napoli a investire in tele per far venir qui ... La donna disse che questo era ben detto, e era assai buona sicurtà; e per ciò, come il dì fu venuto, ella mandò per un sensale di cui ella si confidava molto e, ragionato con lui questo fatto, gli diè mille fiorin d'oro li quali il sensale prestò a Salabaetto e fece in suo nome scrivere alla dogana ciò che Salabaetto dentro v'avea; e fattesi loro scritte e contrascritte insieme e in concordia rimasi, attesero a' loro altri fatti ... Salabaetto, come più tosto poté montato in su un legnetto, con millecinquecento fiorini d'oro a Pietro dello Canigiano se ne tornò a Napoli, e di quindi buona e intera ragione rimandò a Firenze a' suoi maestri che co' panni l'avevan mandato ...
Fermo e Lucia (pagina 130)
di Alessandro Manzoni (estratti)

... Agnese aveva ancora una ventina di quegli scudi d'oro che il Conte del Sagrato le aveva donati così a proposito, e quasi per ispirito di profezia ... Ma dove trovare quello che le desse la sicurezza particolare di ch'ella aveva bisogno? Maneggiando e rimaneggiando quegli scudi d'oro, svolgendoli, e rincartocciandoli, togliendoli di seno per riporveli meglio, le sovvenne di colui che glieli aveva dati, delle sue proferte, del suo castello posto al confine e in alto come il nido dell'aquila; e si fermò tosto nel pensiero di cercarsi l'asilo colà ... Aveva già sotterrate, nascoste sul solajo, riposte alla meglio le masserizie più grosse; sbarrò come potè le finestre; tolse un fardello dove aveva ragunato ciò che le sue forze bastavano a portare; ravvolse per l'ultima volta quegli scudi d'oro, e li cacciò sotto il busto, tra la camicia e la pelle, uscì di casa, chiuse la porta, più per non trascurare una formalità che per fiducia che avesse in quei gangheri e in quelle imposte, si mise la chiave in tasca, e s'avviò ...
Fior di passione (pagina 16)
di Matilde Serao (estratti)

... Vestiva una veste da camera di raso tessuto, a piccole righe, una riga rossa, una riga gialla, una riga nera: ampia, lunghissima, tenuta ferma intorno alla vita da un cordoncino d'oro ... Lei faceva l'altalena lentamente portando ogni tanto la zampina al collo, dove portava un filo d'oro, impercettibile, ma che era il segno della schiavitù: la catenina d'oro, di maglia veneziana, che vi era attaccata, era sottilissima, ma forte ... Oltre il fazzolettino vi era una piccola boccettina di cristallo smerigliato e chiusa ermeticamente col tappo d'oro; dentro vi era una sostanza bianca che poteva essere sale inglese, bicarbonato o arsenico ... Dentro, nelle paginette bianche dal taglio d'oro, vi erano semplicemente certe date, ed accanto un no, un sì ...
Giambi ed Epodi (pagina 9)
di Giosuè Carducci (estratti)

... Tutt'a un tratto quel movente di maligni ossami stuolo Scricchiolando e sgretolando si levò per l'aria a volo; Ed intorno a l'orifiamma dispiegante i gigli gialli Sgambettando e cianchettando intessea carole e balli, Ed intorno a l'orifiamma sventolante i gigli d'oro Sibilando e bofonchiando intonava questo coro ... Su l'entrata sta solenne con l'asperges d'oro in pugno Quel che tinse del suo sangue gli arsi lastrici di giugno ... Su la porta di Parigi co 'l bacile d'oro in mano A l'omaggio de le chiavi sta parato un castellano ... Ma, poi che noi rinnovelliamo Augusto, Odi, Sangallo: fammi tu un lavoro Degno di Roma, degno del tuo gusto, E del ponteficato nostro d'oro ... Nel roseo lume placidi sorgenti I monti si rincorrono tra loro, Sin che sfumano in dolci ondeggiamenti Entro i vapori di viola e d'oro ...