Articoli pelo

Articoli su pelo, con la parola pelo

Come curare il pelo del gatto
Come curare il pelo del gatto (estratti)

...Per "curare il pelo del gatto" non si intende semplicemente spazzolarlo tutti i giorni come bisognerebbe fare per i gatti che hanno il pelo lungo o che devono partecipare alle esposizioni, come per esempio gli exotic shorthair o i gatti persiani, ma significa mantenerlo lucido, morbido, pulito, con costanza ed attenzione...Ovviamente i suggerimenti che leggerete di seguito valgono soprattutto per i gatti con il pelo lungo, che sono i più difficili da curare e da mantenere: nulla vieta, però, che si manifesti la stessa attenzione anche per un gatto a pelo corto...I gatti a pelo lungo raccolgono anche la polvere dal pavimento, e questo potrebbe far diventare il pelo del nostro micio molto più spento, meno morbido, oltre ad una questione igienica personale, soprattutto se il gatto dorme sul letto oppure è spessissimo a stretto contatto con i bambini: il pelo morto va eliminato durante tutte le stagioni per evitare che venga seminato in giro per la casa o sui letti, o nei luoghi più impensabili, ed i parassiti che normalmente tutti gli animali raccolgono dal pavimento non bisognerà lasciare che si annidino sul pelo del nostro animale domestico...Non spazzoliamo eccessivamente il pelo, se non la classica volta al giorno (facciamolo però meticolosamente, senza tralasciare nessun punto, con molta attenzione anche se il gatto si irrita o inizia a spazientirsi), altrimenti potrebbe indebolirsi e presentare delle problematiche nel momento del cambio di stagione...Se scegliamo di trattare con un'attenzione ugualmente importante ma diversa il pelo del nostro gatto, spazzolandolo una volta ogni tre giorni, per esempio, utilizziamo i giusti strumenti per compensare una non così grave mancanza: prima la spazzola, poi l'altro tipo di spazzola con le setole più piccole e strette, infine il pettine per eliminare gli ultimi nodi e tutti i residui di sporco, e magari anche per dare la giusta gonfiatina al suo pelo, per migliorare l'aspetto...Alcune persone mettono addirittura i bigodini al gatto: non è una pratica così diffusa neanche nelle esposizioni, però può essere una cosa corretta per rendere ricciolino il pelo...Ovviamente per rendere più lucido il pelo bisognerà curare molto l'igiene, con dei lavaggi non troppo frequenti, altrimenti rischieremo soltanto di peggiorare la situazione, rendendo il pelo molto meno lucido...Non utilizziamo shampoo per bambini oppure eccessivamente forti, ma soprattutto non usiamo shampoo per capelli, anche solo per rendere il pelo più lucido, ma qualcosa di apposito per gatti, che potremo andare a scegliere direttamente nei negozi di animale...Laviamolo delicatamente il nostro gatto, senza strofinare troppo tutto il manto e tutto quanto il pelo, perché altrimenti continueremo ad ottenere il risultato contrario: del resto, un pelo lucido è un pelo sano, e se ci comporteremo in modo troppo aggressivo con il manto del nostro animale domestico diventerà sempre più opaco e meno bello (almeno dal punto di vista estetico)...
Come fare la toeletta al cane
Come fare la toeletta al cane (estratti)

...Alcuni cani necessitano di una frequente toelettatura, perché vengono portati alle esposizioni di bellezza, perché semplicemente i proprietari ci tengono o perché hanno un determinato tipo di pelo che richiede attenzioni particolari...In questo caso potrà essere difficile mettere in pratica una toelettatura casalinga che garantisca un pelo sempre ben curato e tagliato come dovrebbe essere tagliato, e potrà essere necessario rivolgerci ad un toelettatore esperto...Ma come comportarsi se vogliamo farlo in casa, oppure se il nostro cane non ha un pelo troppo complicato? Il bolognese e il barboncino hanno un pelo che cresce verticalmente: nulla di strano, semplicemente il pelo è riccio e gonfio, quindi va tagliato in un altro modo rispetto a quanto avviene con tutte le altre razze o con gli incroci che hanno un pelo semplice...Il maltese, che ha il pelo lungo e dello stesso stile del barboncino, ha lo stesso problema del pelo che continua a crescere senza mai fermarsi ma non è la stessa cosa, poiché cresce liscio e non riccio e gonfio come avviene con il bolognese e il barboncino...Bisogna anche aggiungere all'elenco delle razze dal manto difficile anche il lagotto romagnolo, che ha un pelo particolarmente riccio...Ben altro discorso è necessario affrontare se vogliamo modificare il tipo di pelo del nostro cane: il barbone, che è il barboncino nella sua taglia più grande, ha un pelo che può essere modificato e toelettato a nostro piacimento, ma soprattutto pensando al benessere del cane in primo luogo, e poi a tutto il resto...Alle esposizioni di bellezza molti cani con questo tipo di pelo devono presentarsi o generalmente vengono presentati con il pelo cordato, ossia praticamente fatto a treccine e molto ruvido e crespo, oppure completamente tosato in alcuni punti, ad esempio prima delle zampe, o con un ciuffo sulla punta della coda...Per questa ragione sarà indispensabile scegliere dapprima cosa fare del pelo del nostro cane: se ha un pelo molto lungo o crespo, sarà bene rivolgerci ad un toelettatore, e dovremo affrontare lo stesso discorso nel caso il cane dovesse partecipare alle esposizioni di bellezza...Usiamo una tosatrice, prendiamo nota delle aree che abbiamo già tagliato, e stabiliamo se il pelo va davvero accorciato oppure non è necessario perché non ha un manto eccessivamente lungo...Facciamo particolare attenzione che la tosatrice non si surriscaldi troppo, perché potrebbe bruciare il pelo del cane o l'animale stesso, e verifichiamo di muovere lo strumento molto delicatamente nei pressi delle orecchie e del muso...Se presteremo particolare attenzione, il nostro cane si sentirà libero con un nuovo pelo e sarà anche bellissimo per tutti quelli che lo guarderanno...
Come lavare il cane
Come lavare il cane (estratti)

...Il cane dev'essere necessariamente lavato ad intervalli regolari, sia per una questione tutta umana, ossia per l'aspetto del pelo e per l'odore che indubbiamente emanerà (soprattutto se ha un giardino a disposizione in cui esce per rotolarsi e non solo), sia per una normale questione di cute che dovrà essere trattata e curata per evitare che il cane possa contrarre malattie alla pelle, ma anche per altre ragioni...Sarà necessario non lavarlo troppo spesso per evitare di irritare la sua pelle e il suo pelo: una volta ogni sei mesi, sebbene possa sembrare un tempo esagerato, potrà essere sufficiente al 100%...Per mantenere il pelo ancora pulito e per fare in modo che il cane abbia un odore abbastanza gradevole tutto l'anno, potremo spazzolarlo quotidianamente: in questo modo ci assicureremo anche che, durante il cambio del pelo, il cucciolo possa perderlo senza complicazioni eccessive che poi potrebbero ripercuotersi sulla salute e sulle sensazioni di freddo e di caldo dell'animale...
Come lavare il gatto
Come lavare il gatto (estratti)

...Inoltre potremo trovare anche bagnoschiuma apposito per il pelo o addirittura la razza e il colore del nostro gatto; qualora avessimo dubbi sulla scelta, facciamoci consigliare dal nostro veterinario di riferimento che saprà sicuramente indirizzarci sulla scelta degli ingredienti...Acquistiamo in seguito una spazzola apposita in base al pelo del nostro micio (lungo, semilungo o corto), e che useremo assieme agli asciugamani per far asciugare il pelo del gatto il prima possibile: potremo anche utilizzare un phon per velocizzare la procedura, ma il gatto potrebbe ribellarsi od essere terrorizzato dai suoi emessi dallo strumento, oppure potremmo bruciare il suo pelo, perciò sarebbe sempre preferibile usare semplici asciugamani e aspettare (soprattutto se si tratta di un pelo corto o semilungo) che si asciughi da solo...Non c'è un periodo specifico nel quale lavare il gatto: sarà una buona idea farlo durante il cambio del pelo stagionale, la muta, per favorire la perdita...In quel periodo specifico dell'anno sarà anche necessario spazzolare quotidianamente il micio per evitare che si creino disturbi a causa del pelo accumulato e mai perso...Attenti anche a risciacquare con moltissima attenzione il pelo del gatto, senza lasciare accumuli di schiuma da nessuna parte...
Come riscaldare i cani d'inverno
Come riscaldare i cani d'inverno (estratti)

...Non possedendo uno strato abbastanza folto di sottopelo durante la stagione fredda, è il cane che soffre maggiormente il caldo ed è perciò quello che ha davvero molto bisogno di indossare un cappottino o un altro indumento che possa tenerlo al caldo...Occupiamoci di tenere, durante la stagione fredda, il pelo vicino ai cuscinetti ben curato e ben gestito: non deve crescere eccessivamente da far camminare male il cane, ma deve farlo camminare tenendo al sicuro e al caldo i cuscinetti, parte molto delicata del nostro cane, soprattutto quando è molto anziano o molto giovane...Dobbiamo impegnarci anche, al cambio del pelo da quello estivo a quello invernale, a toelettarlo sapientemente in modo tale da eliminare il prima possibile tutta la parte estiva del nostro pelo...Quando il pelo estivo inizia a sostituirsi con quello invernale, correremo il rischio che rimanga il manto più leggero; questo è il motivo per il quale, spazzolando e tagliando il pelo, riusciremo a velocizzare la sostituzione del pelo rendendo il nostro cane un vero e proprio maglioncino vivente...Anche se può sembrare difficile o impossibile che capiti, i cani senza pelo possono correre il rischio di subire un congelamento: anche se c'è il sole, ma le temperature si avvicinano allo zero o comunque sono di 4-5 gradi o poco superiori, il cane deve stare in casa e non in giardino...
I bassotti: vivacità nel corpo di un piccolo cane
I bassotti: vivacità nel corpo di un piccolo cane (estratti)

...Per quanto quindi possa apparire facile identificare un bassotto incontrandolo da qualunque parte, bisognerà anche identificare la sottocategoria alla quale appartiene: si tratta di un bassotto a pelo lungo, a pelo corto o a pelo duro? E poi ancora, qual è la storia del bassotto?La razza di questo amato e delizioso cane è particolarmente antica, difatti sembra che i primi dipinti e le prime raffigurazioni risalgano al Medioevo...I bassotti tedeschi si distinguono, dal punto di vista del pelo, in: bassotto a pelo duro, con un pelo apparentemente ruvido al tatto ma in realtà morbido, bassotto a pelo lungo e bassotto a pelo corto, cioè il manto classico del bassotto...
Il coniglio d'Angora: straordinario ma maltrattato
Il coniglio d'Angora: straordinario ma maltrattato (estratti)

...Il coniglio d'Angora è sempre stato, purtroppo, un animale maltrattato, sottoposto alle peggiori torture per via del suo magnifico pelo fluente...Dalla Turchia si diffuse moltissimo in Francia e ricevette la grande ammirazione dei francesi, dove nel corso del diciottesimo secolo divenne tra gli animali domestici più apprezzati e diffusi, sia per via della sua grande bellezza e del suo pelo molto affascinante, sia per quanto riguarda il suo carattere mansueto e l'aria di novità che certamente aveva portato...Ovviamente, più che del carattere (molto mansueto) dobbiamo preoccuparci delle attenzioni che bisognerà inequivocabilmente prestare al suo pelo: bisognerà lavarlo, asciugarlo e spazzolarlo con molta cautela, per evitare di causare problemi di qualunque genere al suo splendido manto, e bisognerà anche evitare di strappargli il pelo o di usare un phon troppo caldo...
Il gatto himalayano dal pelo affascinante
Il gatto himalayano dal pelo affascinante (estratti)

...Non ha soltanto un pelo bellissimo ma anche un carattere che è in grado di affascinare sia gli amanti dei gatti tenerissimi sia gli amanti di quelli forti, coraggiosi, che non si fermano davanti a nulla e che incarnano la vera idea di gatto libero e indipendente...L'aspetto da gatto persiano ha ragione di esistere, poiché questo straordinario gattino ha le origini in comune con il gatto a pelo lungo di cui sopra...Generalmente è un problema di selezione ma anche nei migliori allevamenti possono nascere cuccioli strabici: attenzione comunque all'igiene della lettiera e della casa, perché la polvere o i residui potrebbero attaccarsi al suo lungo pelo che ha bisogno di cura e toelettatura frequente...
Il Norvegese delle Foreste: l'amata bellezza
Il Norvegese delle Foreste: l'amata bellezza (estratti)

...Tra i gatti certamente più belli dal punto di vista estetico ma, per chi lo conosce approfonditamente e non si ferma al suo pelo vaporoso e ai suoi occhi molto spesso chiari, lo è anche dal punto di vista caratteriale...Questa non è l'unica leggenda che si racconta sul Gatto Norvegese delle Foreste: è molto nota anche quella circa la dea della fertilità norvegese, Freyja, che secondo le storie tramandate dai Vichinghi era abituata a spostarsi per il mondo compiendo lunghi viaggi su un lussuoso carro trainato da due gatti di taglia grande e dal pelo lungo, per cercare ed infine trovare l'uomo con il quale era sposata...Questo desiderio viene presto esaudito anche grazie alla collaborazione dei mici che sembrano essere particolarmente somiglianti agli attuali Gatti Norvegesi delle Foreste; inoltre sembra anche che il Norvegese delle Foreste venisse definito, in particolar modo dal naturalista e monaco danese Peter Clausson, la "lince gatto", proprio per via del suo aspetto e del suo pelo dai colori e dalla lunghezza che ricordano molto le linci...
Il persiano: bellissimo ma non solo
Il persiano: bellissimo ma non solo (estratti)

...Il gatto persiano ha cambiato varie volte nome: anticamente veniva definito, in modo molto semplice, "gatto d'Angora" come venivano indicati quasi tutti i gatti a pelo lungo o semilungo...Quanto ai cenni storici, sembra che la Regina Vittoria possedesse ben cinque esemplari nella tonalità blu del pelo, colorazione all'epoca e anche ad oggi particolarmente rara ma davvero incantevole: sembra anche che tutti andassero pazzi per quei gatti magnifici e che quell'episodio ne garantì la diffusione anche a livello mondiale...Invece, per mantenere la bellezza del pelo esistono svariati integratori che ne migliorano la lucentezza rendnedolo anche più fluente: facciamoci però consigliare dal veterinario in questa scelta per evitare di provocare danni di allergie od intolleranze al nostro gatto persiano...Basterà anche, però, spazzolare quotidianamente il pelo del nostro micio e, anche se questo ci sembrerà un impiccio per i primi tempi, sarà sicuramente rilassante spazzolare un pelo così morbido e soprattutto farlo ad un gatto così affettuoso...
Le razze di cani italiane
Le razze di cani italiane (estratti)

...Mantenendoci sullo stesso stile di pelo, molto importante da ricordare è il lagotto romagnolo, l'unico cane mondialmente riconosciuto come cane da tartufo seppure nato come cane da riporto...Per quanto concerne la categoria dei segugi, molti di loro hanno origini italiane, tra i quali menzioniamo il segugio dell'Appennino, esteticamente molto simile al beagle, il segugio italiano a pelo raso, il segugio maremmano e il segugio italiano a pelo forte...