Articoli serpente

Articoli su serpente, con la parola serpente

I serpenti domestici
I serpenti domestici (estratti)

... Non tutte le persone sono abituate a concepire il serpente come un animale domestico, al contrario, quest'ultimo ha iniziato a popolare le case degli italiani (ma anche di tutti gli altri!) soltanto in un tempo abbastanza recente ... Tutti gli esperti sono concordi sul fatto che il serpente non è e non sarà mai propriamente domestico: non troveremo nessuna specie e nessuna sottocategoria di ofide che possa essere definito davvero domestico sotto tutti i punti di vista, ma esistono tipologie di serpente che possono vivere in spazi ristretti senza alcun problema, che si rapportano senza aggressività con le persone, che sono particolarmente mansueti e addirittura affettuosi e che quindi hanno abbastanza caratteristiche per essere considerati domestici ... Il pitone albino è un serpente diffusissimo per quanto concerne la vita in appartamento, è quello che si può reperire più facilmente negli allevamenti ma attenzione a quello che facciamo e da chi prendiamo il serpente ... Come dicevamo, il pitone albino è diffusissimo perché è uno dei serpenti meno mordaci, ma la questione della mansuetudine bisogna assolutamente tenerla in considerazione, perché non è semplice rapportarsi con un serpente se non lo si conosce perfettamente e soprattutto se si è inesperti ... Può sembrare una cosa brutta da dire ma il serpente non ha altro modo di procacciare e queste sono le strategie sviluppate nel tempo dal boa ... Questo serpente, esattamente come il pitone ed il pitone bianco, sopporta alla perfezione di essere maneggiato dal suo umano e quindi gestirlo potrà essere facile, ma non sopporta di essere infastidito soprattutto da quelli che lui reputa essere conosciuti ... Dobbiamo comunque documentarci approfonditamente prima di prendere un serpente anche per verificare di avere tutti i permessi per tenerlo in casa ...
Il Boa constrictor
Il Boa constrictor (estratti)

... Ormai abbiamo già avuto modo di chiarire che nessun serpente viene catalogato come domestico al 100%, ma ne esistono alcuni molto più mansueti di altri, e il boa constrictor è uno di questi ... Sul territorio è proibito tenere ed allevare serpenti velenosi e dunque pericolosi per gli altri; il boa, che non è affatto un serpente velenoso perché utilizza strategie differenti per procacciare il cibo, quindi non viene considerato un serpente 'proibito' da non detenere in casa ... Se vogliamo acquistare un serpente da un allevamento, continuiamo ad informarci sulle normative e il regolamento del nostro comune e del nostro Paese ... Sarà il giusto approccio per iniziare una convivenza, perché bisogna ricordare che il serpente, in determinati momenti, potrebbe perdere la mansuetudine fino a quel momento dimostrata e iniziare a manifestare un'inaspettata aggressività ... Stiamo parlando di un serpente che, di media, raggiunge i tre metri e può sfiorare i quattro, nel peggiore dei casi superandoli ... Per questa ragione bisogna informarsi dettagliamente su come gestire un serpente così grosso, perché potrebbe davvero essere un problema lasciarselo sfuggire se non riuscissimo a tenerlo bene in mano ... Anche i serpenti hanno un loro carattere e il carattere del boa constrictor è piuttosto mansueto, ed è per questa ragione che viene definito un serpente sufficientemente domestico da poter vivere in una teca ... Ovviamente essendo un serpente se viene stuzzicato può reagire, sia con dei morsi innocui sia iniziando a stritolare la potenziale preda o quello che lui individua come possibile pericolo ... Attenzione, però, nella scelta del serpente e informiamoci a fondo per imparare a gestirlo! ...
Il falso corallo
Il falso corallo (estratti)

... Tra i più diffusi come serpente domestico, il falso corallo crea spesso malintesi e incomprensioni tra chi non ha imparato a conoscere bene tra il vero corallo e quello falso, che non è assolutamente velenoso ed è domestico ... Stiamo parlando di un serpente davvero meraviglioso, a cui si adatta meglio la parola 'domestico' e che viene apprezzato da tutti i grandi appassionati ... In primo luogo bisogna ricordare che questo è un serpente che non si ammala con facilità, quindi che si dimostra longevo nella maggior parte dei casi: non è molto semplice che si ammali e che quindi possa trasmettere malattie agli esseri umani, ed è questo il motivo per il quale viene spesso acquistato anche dalle persone molto apprensive sul fronte delle malattie trasmissibili da serpente ad umano ... Il nome di questo serpente, che viene anche chiamato spessissimo serpente del latte, si deve alla sua estrema somiglianza con il vero serpente corallo, che è un animale estremamente velenoso e pericoloso anche per gli esseri umani ... Un serpente di questo genere può generare panico e incomprensioni soprattutto qualora avessimo molti ospiti che fanno avanti e indietro: se questi ultimi dovessero iniziare a sbracciarsi, a dare di matto e a fare altre cose di questo genere, qui sì che le cose potrebbero degenerare sotto altri punti di vista ... E' un ofide non velenoso che però comunque ha la capacità di aggredire nel caso in cui si sentisse minacciato, e per questa ragione bisogna tenere un giusto comportamento in sua presenza, perché non sarebbe pericoloso dal punto di vista del veleno ma comunque sarebbe doloroso essere morsi da un serpente, di sicuro per noi non sarebbe un'esperienza piacevole ... Detto questo, dobbiamo assolutamente parlare delle origini del serpente che ci aiuteranno a capire anche in che modo gestire il terrario e l'ambiente nel quale dovremo inserirlo appena lo acquisteremo ... Il serpente del latte o falso corallo è originario delle zone meridionali del Canada e di alcuni luoghi degli Stati Uniti, dove è iniziata la sua diffusione anche come animale domestico ... Nonostante si possa pensare che sia un serpente capace di sopportare le basse temperature come quelle canadesi, è un animale a sangue freddo che quindi deve recuperare il caldo che manca interiormente dalle fonti esterne, come il sole o come, nel caso del terrario, l'illuminazione e il riscaldamento che dovremo incorporare e preparare per l'occasione, magari facendoci proprio aiutare dall'allevatore di fiducia ... Stiamo comunque parlando di un serpente che per tutta la sua vita non è stato assolutamente domestico, e che quindi deve ritrovare il giusto habitat anche nel luogo dove lo faremo vivere ... Non è un serpente dalle grosse dimensioni come generalmente sono quelli mansueti che possono essere tenuti in casa ... Ma ricordiamoci la filastrocca inventata dagli esperti e sarà tutto più semplice: nero su giallo serpente corallo, rosso su nero non è quello vero ...
Il pitone reale
Il pitone reale (estratti)

... In primo luogo non è un serpente velenoso, e questo lo rende adatto alla vita in appartamento in Italia (sono proibiti esclusivamente i serpenti pericolosi dal punto di vista della velenosità) ed in secondo luogo, al contrario di quanto si possa credere, la sua aggressività è legata soltanto all'istinto predatorio ed è dunque un serpente abbastanza mansueto, quel tanto che basta per la vita in casa ... Le dimensioni non sono eccessive e perciò non ha bisogno di terrari particolarmente spaziosi, naturalmente lo spazio dovrà essere di gran lunga superiore alle sue dimensioni ma stiamo comunque parlando di un serpente che non supera il metro e mezzo, contro i quattro metri di altri serpenti domestici, quindi è ovvio che sarà più semplice sia maneggiarlo all'occorrenza sia acquistare un terrario che lo soddisfi e gli permetta di svolgere la dovuta attività fisica ... Ricordiamoci che nessun serpente è domestico, per questa ragione almeno l'ambiente dovrà essere come sarebbe stato se fosse vissuto all'esterno, perciò prestiamo attenzione a questo punto della nostra vita in sua compagnia ... Per questa ragione viene definito, da alcuni estimatori, il serpente dell'amore: questo sdolcinato soprannome si deve anche al fatto che è il più dolce tra i serpenti, secondo alcuni addirittura capace di manifestare affetto e dedizione con alcuni comportamenti ... Generalmente la sua dieta è a base di roditori e mammiferi, la classica dieta del serpente, ma può succedere che di notte (sono i suoi orari preferiti) scelga di catturare volatili di piccole dimensioni, specialmente notturni, tra i quali è indispensabile includere i pipistrelli ...
Il serpente del grano
Il serpente del grano (estratti)

... Il serpente del grano, che ha un aspetto da serpente velenoso anche se invece non lo è assolutamente, è uno dei serpenti più comunemente tenuti in casa dagli appassionati ... Il serpente del grano è originario degli Stati Uniti come la maggioranza dei serpenti che successivamente vengono addomesticati, ed è questo il motivo per il quale la diffusione come animale domestico è iniziata lì per poi arrivare in Europa ... Vengono deposte le uova durante la bella stagione e infatti subito dopo quest'ultima si possono trovare gli allevamenti nuovamente popolati da esemplari da acquistare: perciò, se per esempio vi è venuta questa improvvisa passione per il serpente del grano a settembre, dovete ricordarvi che certamente troverete il serpente del grano negli allevamenti dalle vostre parti ma che non si può pensare nel giro di un mese di conoscere tutto di una razza, anche se conoscete le cose di base che sicuramente potranno aiutare nel corso della crescita del serpente ma non potranno essere l'unica cosa su cui ci baseremo nel corso della sua vita ... Stiamo parlando comunque di animali che hanno subito un processo di domesticazione ma che non sono mai stati domestici e nonostante tutto non lo saranno mai su tutti i fronti, per questa ragione bisogna informarsi a fondo, poiché la pericolosità di un serpente (al contrario di quanto si possa credere) non arriva soltanto dalla sua velenosità ma anche dalla potenza del suo morso o dalla sua capacità di stritolare, nel caso del boa constrictor o dei vari tipi di pitone ... Il serpente del grano è diffuso in tutto il mondo e perciò si nutre di cose che sono diffuse in tutto il mondo e facilissime da reperire, come per esempio i topi di piccole dimensioni ... Nel caso in cui ci ritenessimo abbastanza esperti, informati e con tutte le possibilità di poter ospitare un serpente del grano, allora dovremo rivolgerci ad un allevamento regolare, serio e specializzato, ma non dovremo mai tenere due serpenti nello stesso terrario ... Ricordiamoci di maneggiare sempre il serpente con estrema cura ed attenzione, senza stritolarlo o sbatterlo da una parte all'altra, non comportiamoci in modo aggressivo con lui e gestiamolo sempre con grande riguardo ...