Articoli petali

Articoli su petali, con la parola petali

Come fare un profumo alle rose
Come fare un profumo alle rose (estratti)

... Innanzitutto dobbiamo acquistare petali di rosa, preferibilmente molto numerosi, e metterli nella classica ciotola che chi fabbrica i profumi conosce molto bene ... Dopo averli messi in una ciotola abbastanza spaziosa, che però non faccia distendere i petali ma ne faccia sovrapporre uno sull'altro, versiamo l'acqua che faccia in modo di ricoprire tutti quanti i petali della nostra rosa: in seguito, facciamo in modo di versare l'acqua in un'altra ciotola mantenendo i petali nella stessa ciotola che abbiamo ... Mettiamo i petali dopo averli lasciati bagnare molto attentamente in un mortaio e utilizziamo un pestello, oppure un cucchiaino o qualunque altro strumento che possa essere paragonato al pestello, per schiacciarli uno ad uno, prestando attenzione di rendere tutto quanto quasi liquido, della stessa consistenza di una specie di marmellata ... Effettuiamo un nuovo trasferimento, mettendo nuovamente i petali pestellati in una ciotola colma d'acqua, preferibilmente la stessa che avevamo tenuto da parte ... A questo punto, stringiamo i petali come si fa con i panni e filtriamo nuovamente l'acqua, finché tutta l'acqua non assume il colore caratteristico dei fiori di questo genere, ossia un rosso molto intenso, in particolar modo perché dopo aver bagnato i petali, questi ultimi diventeranno di un colore particolarmente scuro ma nello stesso tempo acceso ... Una volta concluse queste semplici operazioni, annusiamo l'acqua solo dopo che abbia preso colore, altrimenti continuiamo ad inserire i petali di rose e a filtrare ripetutamente, finché non abbiamo ottenuto i risultati desiderati ...
Come seccare i petali di rosa
Come seccare i petali di rosa (estratti)

... Le rose hanno un fascino speciale e quando i petali diventano secchi possono essere conservati e custoditi in modo speciale, grazie al quale potremo ricordarci di un regalo che ci ha fatto sognare o alternativamente di una rosa che abbiamo colto durante una vacanza, una passeggiata, o qualunque altra cosa ... Insomma, se vogliamo seccare i petali delle rose, unicamente a scopo decorativo o meglio ancora per ricordare un evento specifico che ci ha fatto davvero molto piacere, non ci resta che imparare alcune cose da tenere presente per fare in modo di seccare le rose nel modo corretto senza che alcune parti diventino raggrinzite o che succedano altre cose sgradevoli, che non ci consentiranno di conservare le rose nel modo corretto ... Come si fa, quindi, a far essiccare le rose in modo tale che possano essere custodite eternamente e poi eventualmente ricontrollate, per rievocare un ricordo o, magari, per traslocare quando arriverà il momento?Se abbiamo ancora la rosa che per esempio ci è stata regalata, scegliamo i petali che siano più rigogliosi, non quelli che stanno già per appassire, stanno per scolorire o che iniziano a cambiare colore gradualmente ... Scegliamo dei petali piuttosto grossi, belli, dal colore acceso, o meglio ancora dal profumo intenso ... Dopo aver individuato i petali più grossi e più semplici da estirpare, non strappiamoli nello stile "m'ama, non m'ama", ma prendiamoli dalla radice servendoci di forbici o di altri oggetti appuntiti, come ad esempio un coltellino svizzero che possa tagliare dal basso i petali, senza però correre il rischio di danneggiare gli altri petali o il gambo della nostra rosa, che potrà essere conservato anche se potranno insorgere alcune complicazioni ... Con i petali, preferibilmente numerosi, prendiamo una zanzariera, un filtro o qualunque altra superficie quadrettata, appoggiamoci sopra tutti quanti i petali, e facciamo attenzione che non vengano assolutamente sovrapposti anche solo due petali, altrimenti la procedura che consentirà ai petali di trasformarsi potrà avere alcuni disguidi in corso d'opera ... Dopo aver appoggiato tutti i petali, mettiamoli in una posizione tale che prendano sufficiente aria per essiccarsi ed in particolar modo per velocizzare la procedura; sarà più semplice esponendo il tutto a fonti di calore, non eccessive soprattutto se è estate altrimenti si rischierà di far bruciare tutto quanto, impedendo alle rose di portare a termine l'operazione ... Fatto questo, sarà arrivato il momento di voltare i petali ed anche se il paragone non sembra adatto, sarà la stessa cosa che si fa con le frittelle: si voltano in padella in modo tale che entrambi i lati possano terminare la cottura, in questo caso la procedura di essiccazione ... In seguito, togliamo i petali che sembrano più duri e che assumono l'aspetto di quelli essiccati che si possano acquistare come portafortuna nei negozi o dalle bancarelle ... La procedura non sarà molto breve, i petali non avranno bisogno per tutto il tempo della nostra supervisione ma sarà ugualmente preferibile restare a guardare la maggior parte del tempo, in modo tale da non correre nessun rischio per i petali ... Come ultima cosa bisogna tenere in considerazione che i petali non secchi, che toglieremo per fretta o per altre ragioni, rischieranno di ammuffire ovunque li conserveremo ... Ci sono alcune persone che preferiscono mettere i petali di rosa nel microonde, dopo averli adeguatamente coperti e protetti, ma in questo modo si corre il rischio di danneggiarli inevitabilmente ...
La marmellata di rose
La marmellata di rose (estratti)

... Come primo punto bisogna specificare che non tutte le rose sono commestibili, per questa ragione bisogna rivolgersi ad un fiorista o portare i petali di rosa che abbiamo selezionato da un esperto serio e specializzato, che possa aiutarci e consigliarci dicendoci se i petali che abbiamo scelto appartengono ad una tipologia di rosa edibile ... Tutto ciò sarà indipendente dal colore: sia le rose bianche, sia quelle rosa sia quelle rosse possono essere mangiate, poiché non dipende di certo dalle tonalità dei petali ma dalla tipologia ... Capito finalmente che la rosa che abbiamo scelto è commestibile, potremo avviare il procedimento per rendere i nostri petali marmellata ... In linea di massima dovremo regolarci in base alla quantità, non aumentando soltanto il numero e il peso dei petali ma tutti gli ingredienti nel complesso ... La ricetta prevede che prima di cominiciare qualunque procedura, i petali debbano essere lavati in modo tale da eliminare sia la terra sia la parte bianca che si trova in basso ... Successivamente, lasciamo i petali in un bacile colmo d'acqua per 24 ore; nel caso in cui avessimo fretta, potremo certamente evitare questo passaggio, ma tenerli in ammollo sarà la cosa comunque più giusta da fare ... Mettiamo tutti i petali in un altro piatto, preferibilmente fondo, e ricopriamoli con molta attenzione di zucchero, coprendoli con una pellicola e lasciandoli per altre 24 ore in frigo ... Successivamente prenderemo una piccola pentola, verseremo dello zucchero, l'acqua, il succo di limone (che è facoltativo), e mettiamo il tutto a fuoco basso, mescolando i petali di rosa ...