Articoli legge

Articoli su legge, con la parola legge

Incipit
Incipit (estratti)

... In questa breve sezione narrativa si deve riuscire ad instaurare curiosità per quello che deve accadere nelle pagine successive, chi legge deve sentirsi catturato e stimolato a ricercare nel racconto le risposte alle domande aperte in partenza ... Questo risultato deve essere il meno desiderabile per lo scrittore, per questo in poche righe deve insediarsi tutta la capacità di catturare l’attenzione e l’interesse di chi legge ... Essi convogliano tutta la loro inventiva e creatività in questa parte del racconto, che risulta una sorta di camera da presa, che offre a chi legge una visione globale della scena ...

Talvolta si opta per un incipit che introduca immediatamente chi legge nella scena attiva, questa scelta prevede l’instaurarsi di numerose domande nel lettore che, inconsapevolmente, si trova coinvolto nella storia e avvolto dall’interesse nello scoprire il proseguo si essa ... Questa modalità non è di facile esecuzione ma, se svolta in modo adeguato, cattura immediatamente l’attenzione di chi legge ... Confrontarsi con i grandi autori, andando a scoprire i loro componimenti è un esercizio utile e stimolante per chiunque voglia approcciarsi in modo creativo alla scrittura, quindi per affinare il proprio gusto e la propria tecnica letteraria l’unico consiglio effettivamente utile è quello di leggere tanto ...

La struttura narrativa (parte terza)
La struttura narrativa (parte terza) (estratti)

... E' nel climax che chi legge può osservare un particolare accumulo di tensione narrativa, pensiamo ad esempio al poliziotto che  scopre delle prove che portano all'identificazione di un pericolosissimo serial killer ... Tranne i casi in cui l'autore decide volontariamente di lasciare aperto il finale in modo tale da poter scrivere un seguito (ovvero nel caso di un cliffanger), è possibile individuare tre diversi tipi di finali, ovvero quello aperto (in cui sta al lettore immaginare come potrà andare a finire), quello a sorpresa (in cui è presente un colpo di scena volto a stupire chi legge) oppure un finale che si configura come una tappa conclusiva di un percorso che può essere stato articolato in ostacoli (in cui per arrivare alla soluzione è necessario che si superino molti avvenimenti diversi), in gradini (i vari avvenimenti avvicinano sempre più all'epilogo) oppure ad anello (in cui si torna ad una situazione simile a quella iniziale) ...
Mostrare non raccontare
Mostrare non raccontare (estratti)

...

E' importante che chi legge possa farsi una sua idea dei personaggi e delle situazioni che vengono raccontate all'interno del libro e per permettere questo è necessario che l'autore non dica tutto, non metta etichette eccessivamente rigide ai propri personaggi e non dia continue e superflue spiegazioni ...

Il lasciare spazio alle interpretazioni del lettore permetterà che egli si possa identificare maggiormente nei personaggi e nelle vicende che sta leggendo; inoltre, in questo modo potrà farsi una propria opinione rispetto ad entrambi questi elementi e ciò aumenta sicuramente l'interesse e l'attenzione di chi legge ... Che sia una scuola, un bar o una piazza permetterà a chi legge di entrare all'interno della narrazione e di contestualizzarla in maniera più efficace ... La descrizione del calore del sole sulla pelle e di un intenso profumo di gelsomino renderà molto più semplice per il lettore pensare all'estate, in quanto fa leva sull'esperienza personale che chi legge ha rispetto a quella particolare stagione dell'anno, e il poter riconoscere elementi noti favorirà sicuramente l'immedesimazione e l'attenzione per ciò che sta leggendo ...

Riassumendo, è preferibile concentrarsi sul mostrare piuttosto che sul raccontare sia per rendere le scene e le vicende vivide e piene di significato che per lasciare spazio alle interpretazioni e alle opinioni di chi legge ... Inoltre, permette di dare maggiore importanza e rilievo ad una particolare scena, nonché imprime quella stessa scena nella mente di chi legge con maggiore efficacia ...

Una seconda ed ultima eccezione è invece quella per cui l'autore vuole che chi legge si faccia un'idea errata del narratore ...