Saint Tropez, una calda estate tra colore e divertimento

Saint-Tropez è una splendida cittadina del sud della Francia, al confine tra Costa Azzurra e Provenza che si estende lungo una penisola selvaggia e si affaccia sulla baia che porta il suo nome. Ricca di battaglie ed eventi storici fu popolata dai Fenici e fu battezzata Heraclea, dai romani. E' proprio in questo periodo, sotto la persecuzione cristiana, che Torpete, amministratore presso di Nerone, tornato a Pisa, fu riconosciuto cristiano dal prefetto della città e  giustiziato. La storia ci racconta che dopo la morte, il suo corpo fu abbandonato sopra un' imbarcazione, e fatto trasportare dal fiume Arno ma la corrente del Mar Ligure spinse la barca sino alle spiaggie di St.Tropez, trasformandolo così nel Santo Patrono degli abitanti della città. Nel corso dei secoli la posizione ottimale per lo sviluppo dei commerci, ha permesso all'antica Saint Tropez di divenire un centro florido e ricco. Saraceni, cavalieri di Malta e navigli commerciali, hanno reso il villaggio un vero gioiello architettonico.

St.Tropez diventa famosa negli anni '50, con l'arrivo di artisti e letterati:  Picasso, Francoise Sagan, Jacques Prévert; molti grandi dipinsero e scolpirono in quest'area: Matisse, Renoir, Mirò, Chagall, ModiglianiSaint Tropez è conosciuta a livello internazionale per essere una delle mete di V.I.P. di tutto il mondo. Spiagge private, aperitivi bar, locali di prestigio, hotel 4 stelle e ville di lusso, sono gli ingredienti che fanno di questo piccolo centro, la meta preferita dal turismo d'élite a cui piace "vedere e farsi vedere". Brigitte Bardot e molti altri personaggi dello star system, hanno contribuito negli anni sessanta a fare di Saint Tropez, il luogo estivo per eccellenza dove è bene esserci, oggi è facile incontrare Paris Hilton e Naomi Campbell.

In città  imperdibile è la Notre Dame de la Assomption, e ancora la Cappella della Misericordia, la Cappella di Saint Tropez, la Cappella di Sant'Anna, con vista sulla baia e sulle colline Maures, la Cappella del Convento, con le grandi celebrazioni per il santo patrono che si svolgono il 16 di maggio con le "Bravades". Saint Tropez non è solo mare, feste e stars, di questo borgo è anche possibile innamorarsi per la sua tranquillità e la bellezza architettonica, per la sua cultura e le sue numerose manifestazioni che si svolgono durante tutto l'anno. Se passeggiate in città, lungo il porto per ammirare i magnifici yacht e nei vicoli stretti, godrete di un paesaggio incantevole, con il suo golfo affacciato su un mare cristallino, quasi caraibico, alle spalle  morbide colline ricoperte da vigne. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Si può decidere di restare direttamente in spiaggia, visto che tutti gli stabilimenti servono la cena e, la maggior parte, anche il dopo cena, con gente che balla sui tavoli.

Fino al 31 ottobre, la città dedica una mostra alla sua cittadina più famosa: BB, Brigitte Bardot & Saint-Tropez: une idylle. Inoltre, la città ospita le inconfondibili sculture di Fernando Botero, mentre al Musée de l'Annonciade, fino al 18 ottobre, si può visitare la mostra dedicata ai dipinti di Modigliani. Se amate lo sport e le attività all'aria aperta, dal 25 settembre al 3 ottobre si tiene Les voiles de Saint-Tropez, il meeting nautico a cui prendono parte più belle barche a vela del mondo.

Tag: cappella    ottobre    dopo    baia    lungo    santo    patrono    mondo    

Argomenti: santo patrono,    vero gioiello,    posizione ottimale,    centro florido

Altri articoli del sito ad argomento Vacanze Francia del canale Francia ed affini:

Il diamante Koh-i-Noor
Le spiagge più belle e misteriose d'Europa - parte 1
Alessandria d'Egitto, scrigno ricco di cultura e tradizione
Venezia: alcune tradizioni e misteri leggendari
Cannes, non solo Cinema