L'Uganda e i gorilla di montagna

l'uganda e i gorilla di montagnaL'Uganda è la destinazione preferita dagli italiani tra 10 altri paesi presi in esame, seguita dal Myanmar (Birmania), dall'Ucraina, dalla Danimarca, dal Bhutan, da Cuba, dalla Nuova Caledonia, dal Taiwan e dalla Svizzera.

L'elenco è stato votato da una giuria di esperti di viaggio sulla base dei dati attuali provenienti dall'Istat.

Perché l'Uganda?
L'Uganda ospita la più grande riserva naturale di primati tra cui spiccano i gorilla di montagna, una delle rare specie animali al mondo. E' la fonte del possente fiume Nilo, che offre la migliore esperienza si rafting al mondo, e con la sua più bella montagna innevata (monti Rwenzori), le meravigliose cascate e gli uccelli e la vegetazione unica la mondo, è in grado di soddisfare diverse esperienze.



E per godere al meglio di tutta la sua natura e della bellezza del Paese, perché non partire con un bel  "GORILLA TOUR" in Uganda organizzato da ?




Vi getterete in un emozionante safari su un mezzo 4x4, sperimenterete l'ebbrezza dei lunghi percorsi di trekking aventi come destinazione i rari gorilla di montagna e potrete alloggiare in sistemazioni quali i lodge e le "bandas", ovvero bungalows di stile tipicamente africano.


 


L'itinerario prevede la partenza dalla città di Kampala e un viaggio attraverso i maggiori parchi nazionali dell'Uganda, come il Mgahinga, il lago Bunyonyi, Bwindi, Queen Elisabeth, Murchison Falls, Fort Portal, Kibale Forest, Rwenzori Mountains, Volcanoes National Park e lago Kivu (Rwanda).


 


Pronti? Si parte da Kampala
Arrivo all'Aeroporto Internazionale di Entebbe, soggiorno in hotel e visita alla
 Rift Valley albertina e la Foresta di Kibale, a ridosso dei Monti Rwenzori, visita ai laghetti craterici Kasenda, cena e pernottamento al Primate Lodge. 


 


Il giorno seguente si parte alla volta del Trekking degli scimpanzè a Kibale, attraverso i più bei Parchi Nazionali: il Queen Elizabeth e il Rwenzori. Visita alla città di Kasese, cena e pernottamento al Mweya Safari Lodge


 


Il terzo giorno è il turno del Parco Nazionale Queen Elizabeth, in cerca di iene, leoni, il raro leopardo, i maiali giganti di foresta, ippopotami, mandrie di elefanti e bufali, i cobi ugandesi e le gru dalla testa coronata. Ma non finisce qui, il viaggio continua con una gita in barca sul canale naturale Kazinga, per e con un drive serale nella penisola di Mweya. Cena e pernottamento al Mweya Safari Lodge


 


Il quarto giorno prevede un viaggio ad Ishasha e il Sud Ovest dell'Uganda, la Foresta Impenetrabile di Bwindi, un ambiente che ospita la metà della popolazione mondiale dei gorilla di montagna (370 esemplari). Cena e pernottamento al Nkuringo Safari Lodge


 


Che ne dite dell'itinerario propostovi? Per eventuali percorsi aggiuntivi, date di partenza e costi, visitate un sito con queste informazioni .



Tag: small    montagna    viaggio    safari    pernottamento    cena    foresta    visita    queen    

Argomenti: parco nazionale,    riserva naturale,    terzo giorno,    popolazione mondiale,    migliore esperienza

Altri articoli del sito ad argomento Vacanze Uganda del canale Uganda ed affini:

Trekking ed Escursioni estreme : Everest Base Camp
Genova e 5 Terre in un tour
Miniera di sale a Wieliczka
Offerta capodanno a Dublino
Offerta capodanno ad Amsterdam

Libri consultabili online del sito affini al contenuto della pagina:

Confessioni di un Italiano di Ippolito Nievo (pagina 255)
Corbaccio di Giovanni Boccaccio (pagina 22)
Decameron di Giovanni Boccaccio (pagina 192)
Diario del primo amore di Giacomo Leopardi (pagina 5)
La divina commedia di Dante Alighieri (pagina 69)