Vacanze Estate in Sardegna: Villasimius, Alghero e Cagliari

[caption id="attachment_1847" align="alignleft" width="300" caption="vacanze.comunicazione-online.com"]Costa Smeralda" src="../../../include/uploads_itinerarinet/2011/06/Costa-Smeralda-300x203.jpg" alt="" width="300" height="203" />[/caption]

La Sardegna, un'Isola che presenta un interesse di primo ordine e forse superiore a quello che si può trovare nella maggior parte delle regioni italiane. Per penetrare e sentire questa nuova realtà dobbiamo prepararci adeguatamente. In un paese in cui l'interesse è quello ambientale le singole descrizioni di luoghi e di cose non possono avere un grande rilievo; la nostra mente deve completare, qui più che altrove, inquadrando il caso particolare nel generale. I nuraghi, le Domus Dejana, le tombe del gigante sparse nell'intera Sardegna, a prima vista ci sembreranno simili, ma attentamente le andremo a vedere, respirando l'anima di quest'antico popolo. L'aspetto morfologico, l'arte, le belle coste sapranno stupirci e ci intrappoleranno in quel "mal di Sardegna"di cui molti turisti ormai soffrono. La sua natura speciale, con tante spiagge ancora solitarie, il mare cristallino, le acque dei fiumi torrentizi, gli stagni salmastri, sarà per noi un richiamo duraturo. Itinerari in terra di Sardegna possono essere infiniti perché qui incontrerai tante diverse ispirazioni, una sortita alla Costa Smeralda, in costa, come si usa dire, o immergendoti nelle forme di vita quasi primitive dell'ambiente agropastorale, al quale si accompagnano cordialità e ospitalità uniche. Potrai trascorrere magnifiche giornate al contatto con la natura, seguire la lunga giornata del pastore, raggruppare le pecore e guidarle dentro il recinto dove avverrà la mungitura manuale; tutto tra storie e racconti del pastoralismo sardo.

[caption id="attachment_1854" align="alignright" width="225" caption="correrenelverde.it"][/caption]

Nel Gennargentu, nell''intrigante Supramonte di Orgosolo potrete ammirare le sue folte foreste plurisecolari, dove si svolse la storica Barbagia di Ollolai; i paesi arroccati sulle pendici delle montagne, si trovano in una natura incontaminata, gli abitanti vi spiegheranno tutti i segreti della trasformazione del latte in formaggio e con l'assaggio del "Casu Axedu" (formaggio fresco dal sapore acidulo ma squisito) accompagnato dal Pistoccu (pane biscotto). Accompagnato da abili guide locali, potrai visitare i villaggi nuragici tra i più alti sul livello del mare, alle Tombe dei Giganti, alle meravigliose "Domus De Janas, scavate nella roccia e risalenti all'età prenuragica. Il pranzo sarà quello tipico a base di arrosti vari: capra, pecora, maialetto e formaggi di produzione locale, il tutto accompagnato da un vino "Cannonau", sotto i lecci e le querce secolari o presso il rifugio l'ovile. E poi non perderti S'istrumpa, una sorta di lotta caratteristica e ancora attuale in queste zone, così come sa Murra, e balli sardi tipici della Barbagia, tante sono le serate estive di sagre e feste paesane in cui potrai ammirare questa peculiarità antropologica. Attraverso strade strette, tra sugherete e valli boscose potrai dirigerti verso i centri di Tonara, famosa ormai in tutto il nostro territorio nazionale per i suoi torroni e per la produzione di speciali campanacci che trovano posto ornamentale nelle abitazioni dei suoi estimatori. E via verso Aritzo, dai dolci squisiti, Fonni, tra monti di scisto e castagni in fiore e giù sino a Dorgali. L'odore salmastro del mare, piacevolmente confuso con quello della macchia mediterranea, vi accompagna in questo pezzo di terra sarda di lunghe spiagge bordate da dune e scogliere dove nidificano ancora i rari falchi della regina. Percorrerai le sterrate che costeggiano il turchese mare e arriverai nel golfo di Orosei con le sue cale circa grandi, in parte isolate e gli interminabili arenili che rendono il Golfo di Orosei (e quindi anche Cala Gonone e Dorgali) uno dei tratti di costa più belli e affascinanti di tutta la Sardegna. Qui, interessante è l'offerta musicale, infatti, nella vicina Arbatax ogni anno tra luglio e agosto si tiene il famoso festival musicale Rocce Rosse che ospita cantanti e divi da ogni parte del mondo. La notevole varietà e suggestività di questi paesaggi affascinerà lentamente creando il desiderio di potervi tornare e di immergervi in queste acque e sdraiarvi al sole. Cala Fuili è l'ultima spiaggia, infatti, più avanti troviamo solo natura, niente asfalto e niente cemento.

[caption id="attachment_1853" align="alignleft" width="300" caption="villasimiuscasavacanze.com"]

Durante le vacanze bisogna visitare assolutamente Villasimius: qui si potrà rilassare sotto il sole facendosi cullare dalle onde del mare, o svolgere una vacanza attiva, scegliendo tra le numerose attività proposte, golf, equitazione, volo e paracadutismo, sport nautici, immersioni e snorkeling, passeggiate in mountain bike o in moto, tiro a volo, seguire corsi di biologia marina e altro ancora. Le possibilità di alloggio a Villasimius sono varie, hotel, campeggi, villaggi, residence, bed and breakfast e appartamenti in affitto. Se poi percorrete la costa, vi troverete improvvisamente nell'antica Nora. Città fenicia, punica e poi romana, si presenta con le antiche terme, mosaici pavimentali, e un piccolo ma bellissimo teatro romano ben conservato.Poco più in su vi aspetta la Costa Verde, così chiamata per via della ricchissima vegetazione di lentisco, ginestra, corbezzolo e ginepro che scende dalle montagne fino al mare fra valli e dune di sabbia. La Costa Verde, o Marina di Arbus, si estende sulla costa Sud Occidentale della Sardegna in un susseguirsi di chilometriche e splendide spiagge, interrotte da cale rocciose, scure e imponenti scogliere che scendono a picco sul mare e deserti di sabbia intercalati dalla profumata macchia mediterranea. Tutt'intorno ci sono monti e arbusti modellati dal migliore fra gli scultori: il vento, infatti, non è raro incontrare ginepri o altri arbusti piegati quasi fino al suolo come in un elegante inchino a una natura ancora incontaminata e regale che non chiede altro che essere rispettata. Veri deserti di sabbia che scendono fino al mare, creando spiagge uniche, immense e silenziose, pareti di arenaria, incantevoli cale che il solo goderne con lo sguardo vi ritempra; un luogo che vi consente lunghe passeggiate nel più totale silenzio, interrotto solamente dal vento e dal frangersi delle onde, e frequentato quasi esclusivamente da un turismo alla ricerca soprattutto della tranquillità, del proprio ricongiungimento con il mondo della natura. L'accoglienza è caratterizzata da piccole strutture ricettive affitto di case estive, Bed & Breakfast, Agriturismi tutti a conduzione familiare, tutti con la caratteristica di farvi immergere nella tipica vita sarda ancora più tipica in quest'angolo di Sardegna.

E poi, immancabile sarà una gita a Cagliari, il capoluogo della Sardegna, quella che sorprese lo scrittore inglese D.H.Lawrenc per il biancore delle sue costruzioni risplendenti al sole e affacciate sul mare turchese. Cagliari, una città unica che ci ammalierà. Cagliari una città giovane e solare con il suo mare, il sole caldo, i suoi monumenti e le vedute panoramiche; attraverso un dedalo di viali alberati e strette stradine, si possono fare passeggiate ammirando un panorama molto bello. Non perdetevi il tramonto con il sole rosso che si tuffa nel mare Sardo. Saliamo a piedi sino a Monte Urpino il nostro sguardo, oltre la folta vegetazione di pini, arriverà sino alla laguna, dove sostano colonie di fenicotteri rosa e sino ai monti della Riserva Naturale di Monte Arcosu. Certo, la Sardegna è sinonimo di mare trasparente e cristallino, è ovviamente questo non manca; troviamo una spiaggia tra le più belle e lunghe di tutto il Mediterraneo, il Poetto, la spiaggia dei centomila, chilometri di sabbia e mare azzurro, ombrelloni, sedie a sdraio, bar e piccoli chioschi attorno ai quali trascorrere le vostre giornate e serate. Qui, a pranzo, potrete gustare pesce freschissimo, che vale davvero la pena, e gli spaghetti ai ricci di mare, tutto a prezzi contenuti. La sera il litorale diventa il fulcro della vita notturna di Cagliari, con gli aperitivi, la cena e il dopo cena musica e cocktail. Una cinquantina di chilometri da Cagliari con panorami mozzafiato, gli scorci di sabbia bianca e l'azzurro del mare che si alternano ai colori della macchia mediterranea, la vacanza da sogno arriva a Villasimius, antico paese di pescatori che ha saputo valorizzare la sua principale risorsa; la bellezza del mare cristallino e le sue lunghe spiagge bianche, infatti, l'hanno trasformata in una delle principali mete turistiche della Sardegna. Villasimius è in grado di offrire la possibilità di scegliere tra le spiagge più belle dell'Isola: Porto Giunco, Punta Is MolentisCala Caterina.

[/caption]

E poi, la Sardegna, non è Sardegna senza Alghero. Chi non ha sentito parlare, favoleggiare di Alghero? Città catalana in un'incantevole posizione sopra un breve promontorio a dominio dello splendido Golfo del Corallo, Alghero conserva il suo nucleo antico, con pittoresche viuzze e mura e bastioni che raccontano la sua lunga storia. Antichi palazzi spagnoli che si affacciano su verdi piazze, la cattedrale in stile gotico - aragonese, le chiese barocche, il lungomare e una miriade di negozietti caratteristici di artigianato dove potrete trovare souvenir preziosi, di corallo e filigrana, o semplici conchiglie di mare. Secondo i gusti, Alghero può offrire una serata rilassante, per chi ha bisogno di tranquillità e allo stesso tempo interessante, per chi vuole divertirsi e seguire i ritmi frenetici della vita notturna ballando fino a tarda notte, una notte al Vascello o nelle tante altre discoteche della costa lascerà in noi una particolare ebbrezza. E' dall'imbrunire che Alghero assume quell'atmosfera particolare annunciata dal meraviglioso tramonto sul golfo. Il paesaggio notturno, ricco di luci soffuse, fa da cornice al centro storico, che, come in un unico locale all'aperto, ospita gli innumerevoli turisti mentre consumano i loro aperitivi lungo i bastioni con il riflesso della luna e la brezza del mare. Si può continuare la serata scegliendo tra i ristoranti all'aperto per poi proseguire con un giro dei locali in attesa della mezzanotte. La tradizione culinaria di Alghero ha conservato nei secoli i sapori e le abitudini della più antica e semplice cucina mediterranea. Piatti colorati, vivacizzati dalle tonalità dei frutti e delle verdure di stagione, dove alla genuinità e semplicità delle antiche ricette proprie della Sardegna, si alternano variazioni che uniscono la tradizione marinara con quella agropastorale, da non trascurare e interessantissima la gita per mare, in battello, alla grotta di Nettuno. All'interno della grotta, scavata in milioni di anni dall'acqua dolce, si trova il laghetto La Marmora: colonne colossali di stalattiti e stalagmiti emergono e creano uno scenario fantastico e di estrema suggestionalità. Si giunge poi a una piccola spiaggia, dove un tempo vivevano le foche monache. Per chi non vuole limitarsi ad ammirare e godere la stupefacente bellezza del mare e delle terre sarde, ma desiderate conoscere l'anima della Sardegna si può certamente consigliare di assistere a qualcuna delle numerosissime feste popolari che affondano le radici nel movimentato passato dell'Isola, oppure passeggiare tra le bancarelle dei mercati rionali e ancora andare per fiere, alla ricerca dei prodotti tipici. Le molte manifestazioni estive sono occasioni speciali che consentono, a chi non può dedicare molto tempo a visitare i luoghi più interessanti della Sardegna, di osservare più da vicino quanto sia forte e vivo l'attaccamento sardo alle tradizioni. In Sardegna si può arrivare sfruttando le numerose offerte low cost in aereo oppure per un turista che vuole essere più libero, è da suggerire la nave, o meglio il traghetto, le tante compagnie, Snav, Grimaldi, Moby, Tirrenia e Saremar offrono tutte promozioni e pacchetti veramente convenienti, mentre sino al 3 luglio si può persino usufruire di un bonus vacanza dell'amministrazione regionale che rimborsa dalle 30 alle 90 euro a chi trascorrerà sull'Isola un week end.

Tag: mare    costa    natura    tante    tutto    sabbia    sino    sole    

Argomenti: mare cristallino,    riserva naturale,    stile gotico,    famoso festival

Altri articoli del sito ad argomento Vacanze Italia del canale Italia ed affini:

Costa Azzurra, la riviera francese
Vacanze Estate Pantelleria
Vacanza al mare in villeggiatura in Sardegna
Saint Raphael, sabbie dorate e mare cristallino
Le spiagge più belle e misteriose d'Europa - parte 2