Il Duomo di Salerno

duomo di salernoIl Duomo di Salerno o, se volete, la Cattedrale di San Matteo. Stiamo parlando di quello che è nella sostanza il monumento più importante del Comune di Salerno, dedicato a Santa Maria degli Angeli e all'apostolo Matteo, che è anche il patrono della Città. La cattedrale è in stile romanico dell'XI secolo, costruita tra il 1080 ed il 1085.




La cattedrale fu costruita sulla chiesa paleocristiana Santa Maria degli Angeli, che sorgeva a sua volta sulle rovine di un tempio romano; i progetti poi furono allargati dopo il ritrovamento delle spoglie di San Matteo, sepolte nell'antica chiesa il 4 giugno del 954, e venute successivamente alla luce con la demolizione.




Il 21 settembre di ogni anno a Salerno è il giorno in cui si festeggia il Santo Patrono Matteo; durante la festa vengono portate per le strade del centro storico le statue dei Martiri salernitani, quelle di San Giuseppe, di Gregorio VII e, appunto di San Matteo; il tutto a fronte dell'accompagnamento, lungo il loro tragitto, delle più importanti bande musicali locali.




Il Duomo di Salerno è stato oggetto di numerosi rifacimenti anche a causa dei cedimenti del terreno. Al riguardo ricordiamo il rifacimento del 1688, che fu fatto dagli architetti Arcangelo Guglielmelli e Giambattista Buratti; importante è stata anche l'opera di Ferdinando Sanfelice, della quale per la Cattedrale di San Matteo si conservano ancora gli aspetti interni.



Tag: san    cattedrale    angeli    costruita    duomo    patrono    importante    chiesa    dedicato    

Argomenti: centro storico,    santo patrono,    stile romanico

Altri articoli del sito ad argomento Vacanze Italia del canale Italia ed affini:

Costiera Amalfitana
Offerta capodanno a Brno
Arcidiocesi di Lublino
Torre del Santuario di Jasna Gòra
Offerta capodanno a San Pietroburgo

Libri consultabili online del sito affini al contenuto della pagina:

Confessioni di un Italiano di Ippolito Nievo (pagina 255)
Corbaccio di Giovanni Boccaccio (pagina 22)
Decameron di Giovanni Boccaccio (pagina 192)
Diario del primo amore di Giacomo Leopardi (pagina 5)
La divina commedia di Dante Alighieri (pagina 69)