Hyères les Palmiers, le belle e lunghe spiagge della Provenza

Famosa stazione balneare, segna il limite occidentale della Costa Azzurra ed è conosciuta anche come Hyères-les-Palmiers per le numerosissime palme ospitate in parchi e giardini. Verso il IV secolo A.C., marinai greci stabilirono qui una colonia commerciale che chiamarono Olbia « felice ». Felice, certamente per le sue ricche riserve di sale, il suo fiorente commercio di pelli, olio o vino, Olbia possedeva anche un porto sicuro che permetteva alle navi di approdare e sperare di sfuggire ai pirati, numerosi in quell'epoca. A seguito delle invasioni liguri e diverse guerre la città fu distrutta e poi ricostruita dai Romani, e ancora vennero le guerre di religione, l'era dei Templari e le epidemie.

Hyères, dopo la fine del diciottesimo secolo, diviene una delle località di villeggiatura più frequentate della Costa, pervasa da un'ovattata atmosfera da Bélle Epoque, ospita nel corso degli anni numerosi personaggi illustri: la Regina Vittoria di Savoia, Robert Louis Stevenson, Leon Tolstoi ed Edith Worton. Bella città provenzale attrae i visitatori alla ricerca di natura e scoperte. La vecchia città medioevale sulla collina è molto piacevole da visitare, oltre ai resti del Castello, si può vedere la Chiesa di San Luigi, la piazza della Repubblica e la Torre dei Templari, costruita nel XII secolo.

Nel quartiere dell'Almanarre, il sito archeologico di Olbia, mostra con i suoi reperti la colonia commerciale fondata dai greci. Notevole per interesse artistico il museo di  villa Noailles che ospita quello di Arte Moderna ed un centro di Arte e di Architettura. Il parco di Hyères, Saint-Bernard presenta una grande varietà di specie vegetali ed animali rari; molto interessante è il circuito del sale che consente di scoprire le tecniche di produzione del minerale, nelle saline di Pesquiers–La Capte.

Plage d'Argent è la più ampia tra le spiagge di Hyères e la più vicina al paese. E' detta spiaggia d'argento per la sua sabbia bianca e il mare cristallino ed azzurro, una delle spiagge più frequentate a cui ci si arriva anche a piedi direttamente dal centro, completamente circondata dalla vegetazione; i fondali sono sabbiosi e bassi ed è quindi indicata per le famiglie con bambini. I nuotatori hanno la possibilità di esplorare il fondo marino con la sua fauna e flora molto ricche seguendo un sentiero sottomarino tracciato. Con il suo arcipelago di isole d'oro, proprio di fronte, Hyères gode di un paesaggio unico e protetto con specie rare della flora e della fauna ed è uno dei centri più attrezzati per gli sport acquatici. Sono tre isole dove si possono fare escursioni in bicicletta o a piedi per scoprire questi piccoli paradisi terrestri, molto poco abitati. L'ambiente è  protetto, le spiagge e la natura ben conservata, non è difficile scorgere fenicotteri rosa o altri uccelli rari ed una grande varietà di uccelli migratori.

Il comune dispone di un  aeroporto e di un porto; l'aeroporto di Tolone Hyères è situato nel comune di Hyères-les-Palmiers, serve il territorio francese ed alcune città europee; due aeroporti internazionali si trovano nelle vicinanze; la città è attraversata dall'autostrada e possiede due stazioni marittime; hotel  di ogni categoria e per tutte le tasche, così pure case vacanza e B&B.

Tag: porto    grande    centro    uccelli    piedi    protetto    comune    sale    

Argomenti: mare cristallino,    grande varietà,    paesaggio unico,    interesse artistico

Altri articoli del sito ad argomento Vacanze Francia del canale Francia ed affini:

Ostuni
Port Frejus, nel Mediterraneo fresco e blu
Vacanze Seychelles, un piccolo grande paradiso tutto da scoprire
Offerta capodanno a Rotterdam
Westfield, il grande centro commerciale di Londra